giovedì 31 maggio 2012

CHIANTI ANELLO POGGIO ALLA CROCE

Quando un'amica ti telefona e ti chiede di organizzarle un minitrek di massimo 3 ore causa impegni familiari e preferibilmente zona Chianti,la scelta e' quasi obbligatoria sulle zone sopra SAN POLO IN CHIANTI.
Peccato che la mia amica sia condizionata dalle pubblicita' del Chianti con strade bianche e vigneti con annesse "old english"con cappelli di paglia stile Karen Blixen meravigliosa interprete di"La mia Africa" che passeggiano lungo questi filari intercalati da cipressete e cinguettii di uccellini.
Purtroppo camminare lungo le strade bianche del Chianti non sempre e' piacevole a causa dei frequenti passaggi di SUV e quando al seguito si hanno 5 cani,la faccenda si complica.
Gia' alla partenza abbiamo rischiato che LUNA E JACK diventassero arredo dell'asfalto dal momento che il sentiero parte sulla strada provinciale che da Poggio alla Croce scende a Figline e poi dalla Cappella dei Boschi all'Abbazia di Montescalari c'e' un discreto movimento di macchine!!!!!!!
Comunque alla mia amica SIMO queste immagini sono care e le ho promesso che le organizzero' un trek tra vigneti e coltivi e cipressi di contorno.......

PIAN DELL'ALBERO

CAPPELLA DEI BOSCHI

LA TORRE DELL'ABBAZIA
L'intero percorso si svolge all'interno di castagneti e presenta pochi punti panoramici se si esclude l'arrivo a Pian dell'Albero un enorme pratone con lo sfondo del Pratomagno...e poco prima di arrivare all'Abbazia in opera di recupero e in mano agli stranieri che del Chianti hanno fatto la loro seconda casa....

RIPOSO POST BAGNO

CUBA


RADUNO CINOFILO ET UMANO
Tutto il percorso si snoda lungo carrarecce e stradelli a parte il tratto iniziale che per circa 1 km si inerpica lungo una mulattiera con una discreta pendenza,e ci sono innumerevoli tratti fangosi e relative pozze che hanno funto da vasca idromassaggio per Briscola,fantastica setter di Erica che pero' non si e' giovata molto che Briscola si riducesse cosi'.....Mitica invece Cuba che da tipica "signorina canina per bene"quasi si schifava della compagnia delle altre canine un po' campagnole!!!!!!
DATI TECNICI=
LUNGHEZZA PERCORSO=KM 10
DISLIVELLO=430 MT
TEMPO EFFETTIVO ESCURSIONE=2 ORE E 52 MINUTI
PENDENZA=AD ESCLUSIONE DEL PRIMO KM DOVE VI E' UNA CERTA PENDENZA,IL PERCORSO NON PRESENTA SALITE DI RILIEVO
                         DESCRIZIONE PERCORSO
Da tener presente che questo mini trek e' un tipo di percorso che si presta ad effettuarsi d'inverno,date le modeste altezze e la mancanza di tratti aperti.



,,,,,,E DOPO SI MANGIANO I SEMINI....
Si parte dalla parte alta del paese nel versante che scende a Figline e si prende il sentiero 21 che costeggia un giardino e scende lungo la provinciale e dopo circa 200 mt a dx dove c'e' un a piccola cascatella,seguendo la segnaletica,sempre ben presente,ci si addentra dentro al bosco in ripida salita su un terreno sconnesso e acciottolato con castagneti selvatici  e dopo circa 50 minuti si perviene a Pian dell'Albero dove uman e pelose hanno provveduto ad una e breve sosta nel magnifico pianoro ottima terrazza panoramica sulla catena del Pratomagno.
Praticamente qui termina la salita e si trovano solo brevi tratti di salita sempre pero su sterrati che rendono il percorso assai fattibile in bici e forse anche piu' gradevole che a piedi dal momento che l'intero percorso e' su stradelle che a mio giudizio rende l'escursione piu' monotona...
Ma non si puo' volere sempre tutto anche se vi prannuncio che a breve sempre queste donnine scapperanno come Thelma e Lousie insieme a me medesima per compiere una mega traversata dell'Appennino Reggiano.
Con gli ultimi eventi tellurici pare che sia meglio camminare in altura piuttosto che in pianura il cui substrato e sabbioso e di conseguenza crolla come i fantastici castelli di sabbia del mare...
PINO

STROBOLI

ROSA CANINA

MUSCARI

BREVE STRAPPO
Tornando al percorso ,da qui ci si incammina lungo il sentiero n 7 verso la Cappella dei Boschi su un terreno praticamente pianeggiante sempre in un bosco di castagni e dopo circa 45 minuti si perviene alla Cappella dove conviene fare una breve deviaszione per l'Abbazzia anche se non e' visitabile causa lottizzazione straniera...se qui non stiamo attenti fra poco ci porteranno via anche le montagne per trasformarle in grattacieli di roccia....
Tornate alla Cappella abbiamo intrapreso la via del ritorno sempre su stradelle anche se alcuni tratti deturpati dai solchi delle ruote dei fuoristrada che in discesa hanno rallentato il nostro cammino:dalla Cappella il sentieo e' lo 00 e si incontrano due provvidenziali fonti dalle quali scaturisce dell'ottima acqua fresca...dalla Cappella alla macchina abbiamo impiegato 70 minuti e i 5 cani sono saliti in macchina molto felicemente perche' loro avranno percorso il triplo di strada rispetto a noi....E VIVA IL SANGIOVESE E IL BRUNELLO.....CIAO ALLA PROSSIMAAAAAA



NESSUN COMMENTO


SEMBRANO RONDINOTTE CHE SI CIBANO DI GRANAGLIE

CASTAGNO SEGNATO DAL TEMPO
.

Nessun commento:

Posta un commento