giovedì 4 ottobre 2012

ANELLO DI SAN DONATO IN COLLINA 1 OTTOBRE 2012


Tantissimi anni fa,ma proprio tanti,di oggi iniziavano le scuole,lasciando ancora tempo per giocare ai ragazzi e godersi le belle giornate settembrine,e ancora oggi il tempo non si smentisce e abbiamo approfittato di camminare a pochi chilometri da Firenze e siamo ancora una volta convinte che non sia necessario macinare km di strada per vedere luoghi ancora intatti dal punto di vista ambientale e godere di certi panorami.
Ancora una volta,la giornata e' trascorsa piacevolmente e il cammino con animo sereno e senza limiti di tempo,permette di chiacchierare,scambiare idee e perche' no fare anche un po' di pettegolezzo e scattare foto per immortalare i momenti piu' belli.
La scelta e' caduta su SAN DONATO IN COLLINA,sopra BAGNO A RIPOLI,perche' si prospettava un giro abbastanza lungo ma senza particolari difficolta'.
Per fortuna il tempo ci ha assistito e soo per pochi minuti abbiamo camminato sotto la pioggia:pero' la mia amica Gianna ed io sosteniamo che ancora una volta i nostri amici Luciano e Marisa dall'alto ci hanno in qualche modo aiutato a scansare un violento temporale.
Infatti da Fonte Santa stavamo proseguendo sul sentiero 14 per Montisoni.per poi trovarci fuori .non si sa come,dal sentiero e trovarsi invece sullo stradello che in breve riporta a San Donato.
SAN DONATO IN COLLINA
Se avessimo proseguito sul sentiero prefissato,sicuramente avremmo avuto qualche problema nel rientrare....
Pero' oggi un po' la trebisonda l'avevamo smarrita:infatti tornando a casa,uscendo dal paese di San Donato in Collina,al bivio,sotto un violento nubifragio,tranquillamente abbiamo imboccato la strada a destra e in breve ci siamo ritrovate a un bivio indicante a dx Arezzo e a sx Rignano sull'Arno....poco prima la mia amica sosteneva di trovarci sulla strada buona perche' all'andata aveva vista la medesima insegna....

ME MEDESIMA
Questo e'il nostro camminare,fatto anche di battute e di risate....
DATI TECNICI
LUNGHEZZA PERCORSO=KM 12
DISLIVELLO=600 MT
TEMPO IMPIEGATO=3.34 MINUTI
SENTIERI PERCORSI=00/14/8 B
Il sentiero parte a fianco del cimitero e si prende lo stradello in salita che nella prima parte e' asfaltato e sale con una pendenza accentuata fino al bivio di Fonte Santa dove troviamo 2 bivii:il 14 che porta a Tizzano e 8 a Montisoni.

FUNGO BELLO NON SA DA VEDERE/MAZZA DI TAMBURO


Noi abbiamo proseguito sempre sullo 00 e al Poggio delle PIGLIE in un vasto castagneto,chiamato anche Palina(perche' qui i castagni non raggiungono ne dimensioni ne' altezze ragguardevoli)Questo particolare me lo ha detto la mia amica Gianna e nel suo dire mi ha ricordato la mia amica Marisa,grande fungaiola,che sosteneva ardemente che "Fungo bello non sa da' vedere"dal momento che per lei il fungo era solo il Porcino.....
Il cammino e' proseguito su un sentiero misto argilla/roccia che in alcuni punti ha reso il cammino scivoloso e dopo circa 1 ora siamo giunti sul panoramico Poggio di Firenze:l'unico neo la numerossisima presenza di ripetitori e con la mia amica Gianna ci siamo sentite avvolte da una calda coperta elettromagnetica.
Dal poggio bellissimi panorami sul Valdarno e sul Pratomagno e sulle Balze di cui personalmente ignoravo l'esistenza ma per fortuna la mia amica le conosceva e quindi me neha reso partecipe:GRAZIE GIANNA!!!
Il sentiero alterna brevi tratti in pianura a tratti in discesa che in alcuni punti a causa della pioggia dei giorni precedenti,e' piuttosto scivoloso.
Comunque seppur a tratti disagievole,i panorami sempre superbi sul Valdarno e sul Pratomagno con boschi tipicamente mediterranei.
Evitando i varii sentieri laterali,si prosegue sempre sullo 00 e si perviene a Casa Del Monte dove il sentiero lascia spazio ad uno stradello sterrato che scende ripidamente al termine del quale sulla dx troviamo le indicazioni per Casa Botoli e il segnavia biancorosso e' posizionato su un palo della luce difronte a noi.
Il sentiero su mantiene a mezzacosta e dopo aver superato i Botoli offrendo bellissime aperture su Firenze,riprende a salire moderatamente e dopo aver superato un piacevole castagneto,con ampie vedute sul Duomo di Firenze,giunge al Rifugio Fonte Santa.


POLTRONA FRAU




CI SONO ANCH'IO
Qui come gia' detto all'inizio,avremmo dovuto proseguire per Montisoni con l'itinerario 8,ma una svista lungo il cammino intrapreso,ci ha salvato da un violento nubifragio che si e' abbattuto sulla citta' e dintorni.

Nessun commento:

Posta un commento