venerdì 12 ottobre 2012

ANELLO MONTE NONA 7 OTTOBRE 2012

  • TRATTI DI MULATTIERA LUNGO IL SENTERO N 5:QUESTO SENTIERO SI PERCORRE MOLTO BENE ED E' DI AMPIO RESPIRO ,PERCHE SPESSO E VOLENTIERI MOSTRA AMPIE VEDUTE SUL MATANNA E PROCINTO.SI PUO' PERCORRERE ANCHE IN INVERNO,NON RAGGIUNGENDO QUOTE ELEVATE



VISTA PANORAMICA SU STAZZEMA
UN PRIMO PIANO SUL PROCINTO,PARETE AMATA DAGLI ARRAMPICATORI.LUNGO LA CENGIA,UN PIACEVOLE PERCORSO CIRCOLARE NE PERMETTE UNA BUONA CONOSCENZA.PER EFFETTUARE QUESTA BREVE DIGRESSIONE,POCO DOPO IL TRATTO ATTREZZATO ARISTIDE BRUNI,SI TROVA SULLA SX UN CARTELLO INDICANTE FERRATA DEL PROCINTO.
TRATTO ATTREZZATO
GIANNA E IL SIGN.R BRUNI
ROCCIA ROSSA DELLE PARETI DEL MONTE NONA,CHE SUL VERSANTE DEL MARE SONO STRAPIOMBANTI CON SALTO DI 200 MT,MENTRE DAL VERSANTE GARFAGNINO CHE SI MOSTRERA' AL CALLARE DEL MATANNA,PRESENTA DECLIVI PIU' DOLCI
FRANCO SU UN TORNANTE :SONO TRASCORSE 1 ORA E MEZZA DALLA PARTENZA E AL CALLARE MANCA ANCORA UNA MEZZORETTA
LE DONNE DEL "MONTE"HANNO DETTO BELLO
SUL CROCIFISSO DA POCO RESTAURATO SUL CALLARE:SONO TRASCORSE 2 ORE DI UN PIACEVOLE CAMMINO E CON UNA GIORNATA DISCRETA.SUL CALLARE VENTO E NEBBIA CHE VIENE DAL MARE,FANNO SI CHE LA NOSTRA SOSTA SIA VERAMENTE BREVE.SUL BASAMENTO DELLA CROCE 
PRIMO PIANO SUL MONTE PRANA
FRANCO IN VETTA MA IL GRUPPO DELLA PANIA NON SI VUOLE MOSTRARE
MAZZA DI TAMBURA:LA CAPPELLA.TUTTO IL TRATTO DI CRINALE E' CARATTERIZZATO DA QUESTO FUNGO CHE FORSE PER L'ECCELENTE QUALITA' DELL'ARIA,E' GRANDISSIMO
ALLA FONTE SULLA VIA DEL RITORNO.FINO A QUI IL PERCORSO DEL RIENTRO E' IL MEDESIMO DELL'ANDATA.ORA, ABBIAMO PROSEGUITO SUL SENTIERO DIFRONTE A NOI CHE I BREVE SU UN TRATTO QUASI PIANEGGIANTE CI PORTERA 'IN UN LUOGO MAGICO BAITA DEGLI SCOIATTOLI.PER ARRIVARCI,POCO DOPO LA FONTE,BISOGNA IGNORARE IL BIVIO SULLA DX"ZOCCOLO DEL PROCINTO" E POCO DOPO QUELLO 5A.IL BIVIO PER LA BAITA E' INDICATO SU UN'ALBERO E SALE SULLA DX FINO ALLA BAITA
E NESSUNO VOLEVA MANGIARE.DOPO LA SOSTA ,ABBIAMO PROSEGUITO SUL SENTIERO FINO AL BIVIO  PER IL MONTE FORATO NUM 6,E ARRIVATI A CASA GIORGINI ,ALTRO PIACEVOLISSIMO PUNTO DI RISTORO.DA QUI SEMPRE SUL SENTIERO  6 IN CIRCA 30 MINUTI SIAMO RIENTRATI ALLE MACCHINA LUNGO UNA MULATTIERA BEN CONSERVATA SEMPRE SU CASTAGNETI
2
NON SOLO EMILIA ROMAGNA,ECCO A VOI IL GRUPPETTO DI BALDI/BALDE GIOVANI CHE DECIDONO DI LASCIARE LE LORO IMPRONTE SUI SACRI SUOLI DELLE ALPI APUANE,CHE EVOCANO UN FASCINO UNICO RISERVANDO OGNI QUALVOLTA SCENARI MOZZAFIATO.
MONTAGNE CHE SI STAGLIANO ALL'IMPROVVISO SUL MARE,ROCCE DAI MILLE COLORI CHE SUSCITANO SENSAZIONI COLORATE NELL'ANIMO.
META DELLA GITA,QUESTA VOLTA E' STATO IL MONTE NONA CHE RAPPRESENTA INSIEME AL MATANNA,AL PRANA,AL PIGLIONE,LA CATENA MERIDIONALE DELLE ALPI APUANE.
LA PRIMA FOTO RAPPRESENTA L'ARRIVO SOPRA STAZZEMA DA DOVE PARTE UNA SERIE DI SENTIERI:LA SEGANLETICA E' SEMPRE BEN PRESENTE E ANCHE I BIVII SONO EVIDENZIATI MOLTO BENE.
L'UNICA COSA NON ABBASTANZA VERITIERA SONO I TEMPI DATI PER RAGGIUNGERE IL LUOGO SUCCESSIVO.
NOI SIAMO PERSONE OTTIMAMENTE ALLENATE MA ABBIAMO SFORATO TUTTE LE TABELLE DI ALMENO UN QUARTO D'ORA


Ed ecco poco dopo aver lasciato il bivio,il sentiero si apre sul  MONTE PROCINTO,meta preferita  dagli arrampicatori;numerose sono le vie aperte in questi dagli scalatori.Il cammino prosegue su una buona econservata mulattiera che alterna strappi a tratti in piano che permettono un po' di recupero

Ed ecco il gruppo del MONTE MATANNA,,la catena che si staglia sopra il mare di Viareggio domiunando tutta la costa  fino all'isola di Palmarola

DATI TECNICI=
LUNGHEZZA PERCORSO=12 KM
DISLIVELLO 700 MT
TEMPO EFFETTIVO DI PERCORSO 5 ORE E 30

Nessun commento:

Posta un commento