domenica 31 marzo 2013

FORCELLA GIAU DA CAPANNA RAVA

CAMBIATA VALLE,MA LA SOSTANZA NON CAMBIA...TANTA NEVE

SIMO RAGGIANTE

EVARISTO FA DA CAVALIERE

LA GRANDE GUIDA EVARISTO RIZZOTTO
Come il giorno prima,cosi anche questa fantastica giornata e' merito del grande EVARISTO RIZZOTTO,aspirante guida alpina,che magistralmente ci ha portato in una bellissima valle in completa sicurezza e con ritmi tranquilli per darci modo di apprezzare e di sbizzarirmi con la mia macchina fotografica.....tra guglie,riflessi,giochi di neve,panorami praticamente alla fine dell'escursione,ero piu' stanca d'animo tanto aveva sussultato per cio che ammiravo.



..
Anche per questa escursione,il rientro e' avvenuto sul medesimo percorso dell'andata,ma dalla cartina partendo da questa valle ci sono infinite possibilita di trekking,tra cui quella che conduce al Rifugio Palmieri o al Citta di Fiume.Il contorno all'escursione e' fatto da uan conca detritica sulla quale domina i LASTONI DE FORMIN,mentre alle spalle la guardia e' svolta egregiamente dalle cime ampezzane,IL GRUPPO DELLE TOFANE,dietro le quali sorgono i rifugi dell'Antelao,Nuvolau e Scoiattoli.
Comunque rimango dell'idea che d'inverno e' sempre utile rivolgersi alle Guide Alpine locali dal momento che non essendo esperti delle zone,non siamo in grado di comprendere quali siano i sentieri sicuri per le ciaspole;infatti grazie ad EVARISTO RIZZOTTO abbiamo scoperto zone ciaspolabili in ambienti solitari ma remunerativi dal punto di vista panoramico.
Anche il giorno prima,siamo andate alla scoperta della Cima Stief partendo dal Castello di Ardaz in assoluta sicurezza,lontani dalle piste e su sentieri battuti che facilitano notevolmente il cammino.
La giornata e' stata allietata anche da un splendido sole che per diversi giorni era,evidentemente impegnato altrove ma per fortuna al massimo della sfortuna meteorolo gica,abbiamo avuto la neve,il massimo della goduria comunque e' stato il sabato sul ghiacciaio della Marmolada,
RINFRESCATINA

OMBRE POMERIDIANE



Tornando alla nostra escursione,la progressione su neve fresca al ritorno e'stata all'insegna del  BUTTATI CHE E' MORBIDO,confortate che al massimo avremmo potuto divenire delle piccole valanghine ma senza danni,ma le GIOVIN MARMOTTE sotto la guida del GRAN MOGOL EVARISTO,al termine della giornata hanno fatto incetta di medaglie e di golosita'.....vero SIMO,GIANNA,CARLINA??????
Infatti se al termine della settimana io ero soprannominata Cappuccina,le altre potevano vantarsi del titolo di MASTRE LECCORNIE...potevano trovarsi da tutta altra parte ma le TRE GIOVIN MARMOTTE con bieche scuse,terminavano la serata con i piedi sotto la tavola della Pasticceria LA MONTANARA di Sottoguda......
GRANDE GIANNA CHE GUIDA LA GUIDA EVARISTO RIZZOTTO


LASTON DE FORMIN

GRANDE GUIDA EVARISTO
SENTIERO CIASPOLATO


VERSO LA FORCELLA GIAU
DATI TECNICI
LUNGHEZZA PERCORSO=KM 9
DISLIVELLO=670 MT
SENTIERI PERCORSI=453 FINO ALLA FORCELLA GIAU E POI ABBIAMO DEVIATO SULLA DX E GIUNTE IN CIMA AD UNA VETTA SENZA NOME(COSI DISSE EVARISTO)
CONTROLUCE
DESCRIZIONE PERCORSO
Sentiero assolutamente ciaspolabile e privo di dificolta che si svolge in una conca al cospetto dei Lastoni.
Il sentiero parte dopo 2km dal Passo Giau lungo la strada che scende a Cortina e si trova sulla dx la segnaletica CAPANNA RAVA e l'indicazione dei sentieri che conducono verso la Val Fiorentina,la cima Mondeval,oppure al Rifugio Citta di Fiume o Palmieri.Logicamente con le ciaspole i tempi si allungano e giungere ai rifugi diventa quasi improponibile,ma gia l'arrivo alla Forcella Giau e' gratificante
SOLO LA MONTAGNA REGALA CERTI ABBRACCI

SULLA SX LA CIMA MONDEVAL

SEGNALETICA

?????????????????????
.
Inizialmente il sentiero si mantiene sulla dx al cospetto dei Lastoni e attraversa questa conca detritica caratterizzata da massi erratici sul quale qualche arbusto e' riusciuto a vincere le sfide di natura:i larici,unico esemplare in quota che si spoglia dei suoi aghi,il cembro che cresce nei punti piu inisuali,grazie all'impollinamento della noccialaia che semina durante il suo volo i pollini del cembro.
MONDEVA LE LA VAL FIORENTINA

OHIMENEEEEE!!!!SE SI SALE SI SCENDE......

TRANQUILLA ME NE VO.....

La pendenza non e' mai accentuata fino al raggiungimento del pianoro,quando il sentiero a zig zag incomincia a salire sul lato sx sotto i Lastoni e dopo un tratto a mezzacosta perviene alla Forcella(i tempi di percorrenza sono relativi,dal momento che le pause sono maggiori ) e il panorama si apre tutto sulla VAL FIORENTINA.
DONNA CARLA 

VALANGA
Aggiungi didascalia
OMBRE FEMMINILI
CHE CLASSE

VANITA FEMMINILE


Poi tralasciando sulla sx il sentiero che va allaCima MONDEVAL,fuori sentiero siamo scesi sulla dx e risaliti immediatamente fino alla CIMA INNOMINATA e da qui per il medesimo percorso rientrati alla macchina
LA GUIDA EVARISTO


IN CIMA ALLA FORCELLA

 E CHI TI SCORDA?????
IL GRAN MOGOL

PENDIO

IL TRITTICO LESCANO

EVARISTO E LE TOFANE...CHI E' IL PIU' GRANDE?????LUI...EVARISTO

GIOCHI DI NEVE

1 commento:

  1. Bellissimo!! Prova a tornarci questa estate sui prati del Mondeval, vedrai quanti fiori!
    http://tracceinappennino.blogspot.com/2011/07/val-fiorentina-25-e-26-giugno-2011.html
    http://tracceinappennino.blogspot.com/2009/08/dolomiti-ampezzane-alta-via-n-1.html

    RispondiElimina