venerdì 11 dicembre 2015

MONTE GOMITO ABETONE

E' ormai un tempo che non sai piu' definire...una settimana prima sul crinale alle 14 le cicale cantavano come fosse estate.oggi ci ritroviamo a camminare su uno spesso e soffice manto nevoso sui sentieri dell'Abetone:e' arrivata all'improvviso sorprendendo una natura che ancora stentava ad entrare in letargo..
INIZIO DEL SENTIERO:SI GIRA A SX


ALLA PARTENZA DELLO STRADELLO

SUL SENTIERO

GUFETTA ZECCHETTA IN AZIONE

GIOCHI DI NEVE


IN SALITA
.
Ma martedi' 24 Novembre 2015 quello scenario all'improvviso era mutato:dal frinire delle cicale alla melodia delle ciaspole che affondavano nella neve soffice e canterina..
Logicamente io e la mia Zecchina Fabiola,orfane di Donna Gianna e  Donna Carla e diconseguenza miseramente appiedate,non ci siamo perse d'animo e come 2 piccole topine ballerine ci siamo messe in movimento da Firenze alle 5,30 di mattina prendendo ogni tipo di mezzo pubblico e alle 10 di mattina siamo giunte in quel del piazzale dell'Abetone.
STRANE FORME IN NATURA


RAMI SORPRESI


FABIOLA SUL SENTIERO

SEMPRE E SOLO LEI DIFRONTE ALL'OBIETTIVO

DALLA SELLETTA VERSO IL GOMITO:DA QUI INIZIANO LE PISTE DA SCI...MANTENERSI AI LATI

RAMI DI NEVE

SPETTACOLI SUBLIMI DI MADRE NATURA

CIPPO CONFINALE E FABIOLA

Come bimbe emozionate,ci siamo avviate lungo la strada per andare sul sentiero e non appena l'asfalto ha ceduto il posto al sentiero,il cuore ha sussultato e felici abbiamo iniziato le operazioni di montaggio catene ciaspolate...
Per onor di cronaca devo riportare una mia battuta che ha letteralmente basito la mia zecchina"Le ciaspole si sono rotte"..frase un po' banale ma che per un attimo ha fatto sussultare l'animo...per fortuna si era nascosta la fascetta dell'attacco superiore.
Risolto il guaio tecnico,siamo partite in quarta e per 5 ore abbiamo ciaspolato arrivando fino al Monte Gomito approfittando della chiusura ancora degli impianti:infatti,purtroppo il sentiero 00 ricalca dalla Selletta la pista di sci che scende dal Gomito e di conseguenza e' interdetta al cammino

RAMOSCELLI INGENTILITI

IL CRINALE CHE DA LIBRO APERTO VA ALLA NUDA DEL CORNO

CRINALI INNEVATI RIPRESI CON IL TELEOBIETTIVO

IL CIMONE CON IL SUO IMIANTO METEREOLOGICO
.
Chi volesse intraprendere il giro,deve tener presente che puo'si incorrere alla multa ma in ogni caso bisogna mantenersi sul lato sx del sentiero,quello che costeggia la recinzione e si affaccia sulla Valle del Sestaione con tutto il crinale di Campolino che fa da sfondo.
Mi chiedo come mai non riservino un lato ai camminatori e ciaspolatori dal momento che si tratta di un itinerario molto panoramico e che ben si adatta alle ciaspolate...logicamente tutto sta nel buon senso dei ciaspolatori e sciatori... 
Il tempo da noi impiegato e' indefinito dal momento che ci siamo letteralmente beate ma i km di percorrenza tra andata e ritorno sono di circa 9 km con un dislivello di 600 mt ma ben distribuito:escursione da effettuarsi solo in caso di tempo sereno per la sua assoluta panoramicita'..
DAL CRINALE DEL GOMITO VERSO QUELLO DI CAMPOLINO


BALOCCHI CON LA NIKON


CONCA DI CAMPOLINO

DENTI DELLA VECCHIA E SULLO SFONDO IL CRINALE DELL'ALPE DELLE TRE POTENZE-VAL DI LUCE

CROCE E COSTONE DEL GOMITO

ENNESIMO SCATTO

Il sentiero parte da sopra la piazza centrale dell'Abetone seguendo le indicazioni dello 00 e sentiero del Tedesco . 
OMBRE E LUCI SU FABIOLA


SEMBRA PROFESSIONALE MA IN DISCESA...POI E' TRAGICA...SENTIERO FACILISSIMO E LEI CHE FA...RALLENTA IN DISCESA PERCHE' SOSTIENE CHE NEL CASO DOVESSE CADERE SI AMMAZZA...ALMENO 50 CM DI NEVE C'ERANO...

DA CAMPOLINO I RIFLESSI DEL TRAMONTO SUL MARE

ALLA PROSSIMA

Nessun commento:

Posta un commento