mercoledì 11 maggio 2016

LE CINQUE TERRE:PORTOVENERE -RIOMAGGIORE 24 APRILE 2016

Se avessimo dato retta alle previsioni sicuramente ci saremmo persi una giornata memorabile che ci ha visto percorrere il tratto piu' entusiasmante e spettacolare di questo incredibile crinale sospeso tra cielo e mare e dove i paesini arroccati dal mare sembrano tanti piccoli presepi mentre dall'alto variopinti e arrocati sulla roccia danno l'idea di qualcosa di tenace voluto dall'uomo.
Partenza del sentiero 1 
 Piazzetta di Portovenere:il gruppo si muove
Salendo lungo il sentiero 1 
 Verso il castello e l'isola di Palmaria
Ares fa da apripista alla Luisella e Vincenza dietro 

Salire poi dalla piazzetta frivola di Portovenere e perdersi tra i profumi mediterranei e la brezza marina che si insinua tra gli archi del castello e quello sprone di roccia ergersi dal mare,non ha eguali.
Salire le prime rampe e gia' non ricorsi che sei in uno dei luoghi piu' gettonati dalla stagione perche' per un lungo tratto sarai accompagnata dai suoni del mare e inebriata dai sapori del cistio,dell'elleboro e della ginestra che con il suo giallo intenso esalta i colori verdi delle sue foglioline.E poi quell'azzurro del cielo che sembra fondersi in quella linea virtuale del mare,quei terrazzamenti mirabile opera dell'uomo,quella Scala Grande con i suoi 1500 scalini che dall'alto sembra precipitare nel mare....solo la natura sa offrire questi spettacoli.
Tornando alla nostra escursione,nessuno avrebbe scommesso se non 8 persone che hanno dato fiducia alla sottoscritta che nonostante mentre telefonasse ai partecipanti, diluviasse,continuava a sostenere la tesi del bel tempo;anche la distinta coppia Luisella-Luciano che in primo momento avevano rinunciato,alla sera alle 23 hanno ceduto alle lusinghe e puntualissimi alle 8.30 erano all'uscita di La Spezia.
Panorama 
 Il gruppo sale nel tratto iniziale che percorre il panoramico tratto del crinale del Muzzerone dove abbiamo pure una palestra di roccia
 Si prosegue a sx
 Che avranno da dirsi i due arrampicatori.....
 Segnaletica sempre presente e affidabile
 Area di sosta sopra Sella Derbi

Qui e' avvenuta la standing ovation per la fattucchiera:un sole che spaccava le pietre e sopratutto un azzurro e una brezzolina che lasciava presagire alla giornata splendida.Non solo bello per tutta l'escursione ma pure un mare relativamente calmo che ha permesso l'attracco del battello a Riomaggiore,cosa non prevista inizialmente....e per ultimo il massimo...entrare ognuno di noi in macchina e aprirsi le cataratte e' stato tuttuno.....
Grande la nostra autista che incurante dei chicchi di grandine grandi come acini di uva ha proseguito la sua corsa e ha superato pure l'esame della Carla che virtualmente ha guidato insieme a lei ma a velocita' piu' sostenuta.
Pezzo forte della giornata la Vincenza la quale aveva lasciato detto alle figlie che si sarebbe recata a Levanto per fare un breve giro,visto il tempo,e che alla fine non solo si e' ritrovata a Portovenere ma e' stata rintracciata dalla stesse figlie solo alle 21 ....chissa' mai se tornera' con noi...
Dall'area di sosta prendiamo il sentiero 1 difficile :il sentiero non presenta alcuan difficolta' tecnica solo una accentuata pendenza e il passaggio su gradoni 
Luciana apre la fila e subito dietro Luciano 
 Panorami mozzafiati
 Are e' proprio un gentiluomo
 Passaggio su gradoni.
L'immagine sottostante il gruppo con il bellissimo sorriso della Gisella e l'Amanda

.
Eroe della giornata invece Ares che piu' volte e' corso in soccorso della sua mamma Amanda sopratutto in battello e ha sopportato eroicamente il richiamo filonazista della Carla....Comunque tutto il gruppo ha avuto pure il tempo di fare un brindisi grazie alla Luisella e Luciano i quali a Fontana Nizzola hanno estratto magicamente dallo zaino spumante e calici.....Gisella talmente in brodo di giuggiole  ha iniziato a stornellare al punto tale che il coro dell'Aida le ha fatto un baffo e come per incanto torno' a splendere il sole che nella fatidica ora di Dio aveva fatto il suo dovere ovverossia nascondersi tra le nuvole....
DESCRIZIONE TECNICA DEL PERCORSO
LUNGHEZZA=16 KM
DISLIVELLO=600 MT
SENTIERI PERCORSI=1-535 EX 4B-STRADA-3A
TEMPO EFFETTIVO DI PERCORRENZA=4 ORE E 28 MINUTI ESCLUSE SOSTE PARI A 2 ORE
RIFORNIMENTO IDRICO=PORTOVENERE,CAMPIGLIA,FONTANA NOZZANO
CONDIZIONI METEO=ECCELLENTI
GLI AUTOBUS DA LA SPEZIA PER PORTOVENERE CI SONO OGNI 30 MINUTI E LA LINEA E' 11P.
 Siamo a Campiglia
Percorso un breve tratto di strada il bivio si va a sx 
 Piazzetta di Campiglia dove troviamo pure un negozio di gemneri alimentari.
Lasciamo il sentiero 1 e prendiamo il 535
 Inizio del sentiero su terrazzamenti
 Siamo ormai in vista di Fontana Nozzano:dopo un tratto in discesa il sentiero va a dx lungo una scalinata.
 Grande Gisella
 che personaggi...Carla e Vincenza

DESCRIZIONE DEL SENTIERO
Il sentiero che sara' sempre ben segnalato,parte dall'incantevole piazzetta di Portovenere e si inerpica nel verso senso della parola lungo la scalinata intagliata nella roccia che costeggia il castello di Portovenere e manterra' costante la sua pendenza fino al bivio del Rifugio Muzzerone:la fatica pero' viene ampiamente ripagata dagli incredibili scenari che si aprono ai nostri occhi.Isola di Palmaria,la chiesa,il castello,il crinale del Muzzerone e quell'immensa distesa azzurra che contrasta sulla linea del cielo.
Seguiamo sempre i segnavia n 1 e dopo aver percorso 1 km e 200 mt su asfalto in lieve discesa arriviamo a Sella Derbi e riprendiamo il sentiero sempre piu' panoramico fino all'area di sosta dove il crinale del Muzzerone appare in tutta la sua meraviglia.
Qui troviamo due indicazioni per Campiglia:sentiero difficile e sentiero facile;noi saliamo per quello"difficile" ma che di difficile non ha nulla se non la pendenza piuttosto accentuata nel suo tratto iniziale e su gradoni ma in assoluta sicurezza.Fatica che non ha nulla a che vedere con la spettacolarita' del percorso inebriato dalle mille fraganze mediterranee.
Dopo circa 2 km e mezzo arriviamo a Campiglia:da Portovenere a qui abbiamo percorso 5,83 km in 2 ore escluse le soste.
 Ginestra
 segnaletica
 Cistio
 Cartellonista della Scala Grande
 Spettacolare la discesa in parte
 Attesa di due grandi della montagna
 Siamo ormai in vista di Fossola
Ma fara' veramente bene camminare.... 

Percorso un breve tratto di strada,saliamo a sx all'interno della pineta e arriviamo alla piazzetta di Campiglia e da qui lasciamo il sentiero 1 per incamminarci sul sentiero 535 ex 4B che inizialmente costeggia dei terrazzamenti con ampi panorami sul mare e dopo aver percorso un tratto su asfalto,lo lasciamo per risalire una scalinata sterrata e arrivare a FONTANA NOZZANO:da Portovenere abbiamo percorso 7,74 km in 2 ore e 57 minuti;possiblita' di rifornimento idrico.
Riprendiamo il nostro cammino seguendo il sentiero che riprende la sua discesa su terrazzamenti e ben presto arriviamo di fronte al cartello Scala Grande-1500 gradini che scendono verso il mare.
Noi ne percorreremo solo in parte,non scendendo al mare ma incredibile ed emozionante e' la sua percorrenza:la roccia sembra entrare nell'azzurro mare,nessun problema di esposizione o di difficolta'...parola di chi soffre di vertigini...ho scattato tante foto in assoluta' tranquillita'.
Arriviamo poco alle prime case di Fossola e quando sembrava che il nostro cammino in salita fosse terminato,ecco che un ultimo tratto in salita ci aspetta e su scale....
Siamo a Fossola e ci ristoriamo nel bar della piazzetta vicino ad una galleria:qui causa tempi ristretti per prendere il battello,abbiamo percorso un lungo tratto di strada asfaltata;logicamente o si prosegue sul sentiero oppure si sale verso il Telegrafo,per poi al Santuario di Montenero.
 Sentiero 3A
 Verso il paese
 Gli scogli di Riomaggiore

Poco dopo il bivio per Riomaggiore,passato il sottopasso sulla dx troviamo il sentiero 3A che scende a picco su Riomaggiore e in nemmeno 20 minuti siamo sul pittoresco borgo dove termina questa ennesima avventura...
 Sul battello
 Ma non si sara' per caso incantato il sorriso alla Gisella....
Ohimeneee...dallo scatto si evince che il trek alla Vince crea bruttti effetti 
 Stefano
 Chiesa e Castello visti dal mare
LA SERATA SI CONCLUSE COSI'....
..





Nessun commento:

Posta un commento