venerdì 14 ottobre 2016

ANELLO FOCE DI CAMPOLINO SENTIERO 100

  1. E il sentiero 100 con questa ultima escursione e' stato completato:ci mancava il tratto Foce Campolino-Bivio Lago Nero e in una giornata dai colori incredibili abbiamo portato a termine questo magnifico sentiero che dalla Lima risale fino al Monte Gomito.
Avevamo sempre decantato i Taburri di Fellicarolo per quegli incredibili colori dei vaccineti di altura in una splendida giornata di sole ma quello che  hanno visto i nostri occhi difficilmente si potra' scordare sulla conca del circolo Campolino-Alpe delle Tre Potenze.

La giornata non era certo delle piu' belle e fino al Pizzo Alpestre nulla lasciava presagire di quello che avremmo visto dal Poggione fino al bivio del Lago Nero:solo le immagini potranno rendere idea dei colori e di come una giornata nebbiosa sia stata in grado di esaltarli...una pellicola in bianco e nero dove un'abile artista ha pennellato di rosso e di verde intenso..
Parlando dell'escursione in termini tecnici,non presenta alcuna difficolta' e nelle giornate di luce si presta ad una traversata servendosi dei mezzi pubblici che fornisce un ottimo servizio di collegamenti:infatti partendo da Pian di Novello possiamo percorrere il crinale che dal Pizzo Alpestre arriva fino al Monte Gomito e da qui lungo il sentiero 00 fino alla Selletta e poi alla Piazza dell'Abetone.Da Pistoia la corriera parte alle 8.11 e ai Casotti di Cutigliano c'e' la concidenza per Pian di Novello,dall'Abetone ultima corsa alle 18:comunque per gli orari dettagliati andare sul sito della Copit-Blubus.
ALL'INIZIO DEL SENTIERO
SI PROCEDE
SI LAMENTA PERO' ALLA FINE E' SEMPRE SODDISFATTA.

SIAMO POCO PRIMA DEL PIZZO ALPESTRE-POGGIONE:LA PENDENZA MAGGIORE L'ABBIAMO LASCIATA ALLE SPALLE

In questa escursioni erano diversi gli assenti ma la presenza della Carla rappresenta sempre una sorta di rimprovero e borbottio continuo:a questo giro e' arrivata a darmi della sadica dopo che non era riuscita a spuntarla sul dislivello e sulla presenza del bivio per scendere alla Capanna dei Pastori,grazioso Rifugio della Val Sestaione purtroppo chiuso.
Comunque per la Carla e' stata una giornata da dimenticare dal momento che la coppia Luisella-Luciano hanno sbancato con i funghi e addirittura nel cestino ne ho messo uno anche IOOOOOO....Le antenne della Carla e della Gianna non hanno funzionato a questo giro e se la Gianna ha accusato meno il colpo,la Carla e' andata in tilt e per ultimo ha pure affermato....Che mi importa...tanto domani ne trovero' a quintalate e poi qui e' vietato raccoglierli....Un mitooooo.
Non solo funghi ma anche mirtilli e se fossi in grado di descrivere i volti della felicita' della Luisella e Luciano,anche i non presenti si commuoverebbero...
BIVIO SENTIERO 100:NOI ANDIAMO A DX VERSO CAMPOLINO
ECCO LO SPETTACOLO PIU' INCREDIBILE

SUI VERSANTI LUCCHESI
LA COPPIA APRE LE DANZE DI ALLEGRIA E SORRISI
ROCCIA,MIRTILLETI E ABETI....QUESTA E' LA VALLE DEL SESTAIONE PERCORSO DAL SENTIERO 100
SE INIZIA A SCENDERE POI C'E' DA RISALIRE...SI LAMENTANO IN OGNI CASO
VERSO LA CRESTA DI CAMPOLINO;L'IMMAGINE SOTTOSTANTE RITRAE I GAUDENTI COME SEMPRE A PASTEGGIARE

In effetti fra la giornata redditizia per la raccolta e per i panorami goduti metro per metro,difficilmente si potra' scordare..
DETTAGLI TECNICI(GPS GARMIN EXTRA 20)
LUNGHEZZA=11,400 KM
DISLIVELLO=700 MT
TEMPO DI PERCORRENZA=5 ORE E 30 MINUTI CON SOSTE QUANTIFICABILI SUL PAIO DI ORE
SENTIERI PERCORSI=1,100,104
RIFORNIMENTO IDRICO=ALLA PARTENZA DIFRONTE ALLA EX PISTA DA SCI DA DOVE PARTE IL SENTIERO 1 PER IL PIZZO ALPESTRE-POGGIONE
CONDIZIONI METEO=VARIABILE MA SENZA PRECIPITAZIONI.
DESCRIZIONE SENTIERO
Devo precisare che la lunghezza del giro non tiene conto dei 2,500 km di strada che separa il piazzale di Pian di Novello al bivio dell'Ortobotanico dal momento che noi viaggiando con 2 macchine,ne abbiamo lasciata 1 all'arrivo sulla strada dell'Ortobotanico.
Il sentiero ricalca la vecchia pista da sci Beatrice e dopo circa 4 km raggiunge il sentiero di crinale:e' il tratto che mostra la maggior pendenza e dopo circa 1 km di percorrenza sulla nostra dx troviamo il bivio per le Cascate del Doccione all'Ortobotanico:volendo al ritorno per evitare il lungo tratto di strada,si puo' al Ponte della Sega deviare sulla dx per rientrare poi sulla pista e quindi alle auto e in tale caso bisogna aggiungere almeno 40 minuti di sentiero in piu'.Cascate del Doccione che meritano di essere viste nel momento di piena oppure nel periodo invernale prestando attenzione.
SENTIERO 100
IL TEMPO SI RIAPRE E LA CRESTA VERSO LA LIMA
CHE PASSO...
LA NEBBIA AVVOLGE LA CONCA ED ESALTA I COLORI
LA CLASSE NON SI SMENTISCE MAI
VERSO CAMPOLINO...DAL SAPORE DOLOMITICO

IN QUESTE IMMAGINI LE MIE DONNE MOSTRANO UNA CERTA SODDISFAZIONE NEL CONTINUARE A SALIRE

Giunti sul crinale con un panorama superbo sulla Valle della Lima e i suoi crinali,ci affacciamo sul versante dirupato del Lucchese senza osservare quel monumento che offende i panorami...capisco l'importanza ma sinceramente e' un cazzotto nell'occhio e mi chiedo come abbiamo potuto dare il permesso di erigerlo.
Sul crinale prendiamo a dx e lasciati i segnavia bianco verdi troviamo quelli b/r 100 del CAI e iniziamo la splendida cavalcata del sentiero 100 con i suoi affacci sulla Garfagnana e sulla Valle del Sestaione e i crinali del Gomito.E' sempre bello questo tratto di sentiero ma come detto all'inizio gli splendidi colori dei vaccineti da un rosso fuoco a contrasto del verde degli abeti e al grigio della roccia hanno esaltato ancor di piu'.
Il tratto segue fedelmente la linea di crinale e non presenta alcuna difficolta' e anche i passaggi sulle roccette sono affascinati e divertenti.
Dopo la serie appunto diroccette,il sentiero percorre la parte interna della cresta per poi riportarsi in cima.Quando il sentiero inizia a scendere,poco dopo il sentiero 100 devia a sx tra una parete di roccia ed entriamo nella conca di Campolino e in lontananza spicca il tetto del Rifugio del Lago Nero:ora la percorrenza e' solo godimento dell'animo e dell'occhio...vi lascio le immagini.
ECCO IL BIVIO 100..ALL'INIZIO DELLA DISCESA SULLA SXI
IL MAESTRO E L'ALLIEVA
DALLA FOCE DI CAMPOLINO IL SENTIERO SI MANTIENE A MEZZACOSTA ATTRAVERSANDO SPLENDIDI MIRTILLETI
THE BEST LUCIANO AND THE BIG GIANNA....TRA IL CIMONE E LORO CHI VINCERA'....FACILE....LORO

ALTRE SPLENDIDE IMMAGINI DEL SENTIERO 100

ECCOCI AL BIVIO PER TORNARE AL SESTAIONE:PROCEDENDO A DIRITTO IL SENTIERO 100 VA VERSO IL LAGO NERO PER SALIRE POI VERSO IL GOMITO


Giunti a Campolino dopo 3 ore comprese le soste,proseguiamo il nostro cammino sotto le pareti del crinale e dopo circa 40 minuti arriviamo al bivio del sentiero 104 avendo lasciato poco prima quello del 106.
Scendiamo tra abeti che lasciano il posto al fitto faggio e il sentiero scende in maniera decisa fino al deposito dell'acquedotto dove il troviamo il bivio per Boscolungo,mentre noi sempre sul 104 scendiamo a dx e in breve giungiamo alla Capanna dei Pastori dove sostiamo brevemente.
Continuiamo il cammino e attraversato il Sestaione giungiamo in breve alla strada dell'ortobotanico che seguiamo per circa 1 km fino a quando non giungiamo sulla strada proveniente dall'alto dall'abetone e in basso da Pian di Novello:dalla Foce a qui abbiamo percorso altri 6 km in 2 ore e 20 comprensive di soste(tante)



RIFUGIO CAPANNA DEI PASTORI
ECCO LA TERRIBILE BELLADONNA ,PIANTA VELENOSA...
LE CHIACCHIERE RACCONTANO CHE LA LUISELLA ABBIA VOLUTO VEDERLA DA VICINO PER IDENTIFICARLA...ATTENTO LUCIANO
ABETE FEMMINA....QUANDO IL TRONCO SI DIVIDE COSI'...
NON SOLO MIRTILLETI MA ANCHE SPLENDIDE FORRE DEL TORRENTE SESTAIONE
TORRENTE SESTAION

Nessun commento:

Posta un commento