martedì 31 gennaio 2017

Croce Pratomagno:da Trappola ad Anciolina

Forse non basterebbero due vite per scoprire angoli di un pregio ambientale che il nostro paese possiede e nemmeno chi abita a pochi passi puo' immaginare quale patrimonio posseggono
...I borghi che si affacciano sui vasti panorami esercitano sempre il loro fascino e poi quando questi luoghi rimano lontani dallo sviluppo rurale anzi mantengono salde le loro radici del passato,quel luogo acquista un fascino diverso.Questa escursione ci ha visto protagonisti/e sul Pratomagno,precisamente nel Borgo di Anciolina posto alle pendici della Cima Bottigliana e sul vasto anfiteatro della cresta del Pratomagno.
Complice una giornata priva di nebbie e di foschie e dai colori talmente tersi che hanno messo in risalto le innevate cime delle Alpi Marittime per poi lo sguardo correre verso la catena degli Appennini Centrali:il Sasso di Simone Simoncello e la rupe del Carpegna sembravano toccarsi mentre la mole del Catria Nerone facevano da sentinelle ai Monti della Laga-Sibillini-Gran Sasso.
BORGO DI ANCIOLINA 
PANORAMA SUL VALDARNO
ANGOLO DI ANCIOLINA
SENTIERO 21:DALLA STRADA PANORAMICA VERSO LA CROCE
GIANNA ALLA TESTA DEL GRUPPO

SENTIERO21 VERSO LA CROCE
LE NEBBIE DEL VALDARNO

Noi abbiamo lasciato la macchina ad Anciolina e grazie al signor Sergio siamo partiti da sopra Trappola dove il sentiero 21 si innesta sopra la strada panoramica e da li' abbiamo raggiunto la Croce e iniziare a percorrere la lunga cresta che dalla Croce arriva ai Prati di Loro:sentiero privo di difficolta' e sempre ben segnato.
Per arrivare ad Anciolina da Loro Ciuffena abbiamo preso le indicazioni per Frazioni Montane:al bivio di Trappola siamo andati sulla dx e in breve siamo giunti al borgo:poche case ma da un fascino particolare.
DETTAGLI TECNICI
LUNGHEZZA=12,35 KM
DISLIVELLO=450 MT
TEMPO DI PERCORRENZA=3 ORE E 35 MINUTI-ESCLUSE SOSTE

SENTIERI PERCORSI=21-00-49
CONDIZIONI METEO=OTTIMALI
RIFORNIMENTO IDRICO=AL BAR DEL BORGO
DESCRIZIONE DEL SENTIERO
Lungo la strada panoramica del Pratomagno che dai Prati di Loro va verso la Croce del troviamo l'innesto sentiero 21 proveniente da Trappola da me precedentemente descritto in un altro post dedicato ad una anello sulla Cima Bottigliana.
Il sentiero lascia lo stradello a fianco di un monumento e si inerpica nel verso senso della parola all'interno di una spettacolare faggeta:la pendenza sara' accentuata fino alla Croce ma sara' l'unico vero sforzo dell'intera escursione dal momento che poi la percorrenza del crinale non vedra' mai vere e proprie ascese.
A POCHI METRI DALLA CROCE
DALLA STRADA PANORAMICA ALLA CROCE 1 KM IN 24 MINUTI CON UN DISLIVELLO DI 400 MT
IL CRINALE DI SECCHIETA
ESERCIZI GINNICI DI LUCIANO..
GIANNA
CARLINA...POI SI LAMENTANO DI ESSERE VITTIME DELLE MIE ESCURSIONI...
PANORAMI..L'IMMAGINE SOTTO:LUISELLA CHE FORSE GIA' VEDE IL PERCORSO

Usciti dal bosco la Croce si manifesta e il sentiero sale a fianco del costone e poco dopo siamo alla sbarra che delimita il perimetro della Croce:il panorama e' mozzafiato e solo e come sempre saranno le immagini che daranno pregio alla zona:dal bivio del sentiero 21 alla Croce abbiamo percorso 1 km con un dislivello di quasi 400 mt in 25 minuti..Il cammino prosegue in direzione di Prati di Loro e saranno 8 km di un crinale integro dove la mano dell'uomo non e' arrivata lasciando cosi' alla montagna il suo abito.
Come tutti i crinali fino ai Prati di Loro sara' un susseguirsi di ascese e discese,passeremo accanto alla Spada nella Roccia,lasceremo i diversi bivi diretti verso Trappola avendo sulla sx tutti i paesini del Casentino adagiati ai piedi della Croce.
TU VUOI FARE L'AMERICANO ANO ANO...
RIPRENDIAMO IL CAMMINO VERSO PRATI DI LORO
SEGNALETICA CAI VERSO IL CASENTINO
LE PRIME DONNE SUL SENTIERO 00
TALMENTE SI E' AMERICANIZZATO CHE FA I MARINES


LUNGO IL SENTIERO 00
VERSO LA CIMA BOTTIGLIANA E SULLO SFONDO L'ALPE DI CATENAIA
RADURE DI FAGGETE SUL CRINALE
PASSAGGIO.
L'IMMAGINE SOTTOSTANTE IL BIVIO PER ROCCA RICCIARDA

Il cammino spazia ovunque,non c'e' modo di avvertire la fatica e secondo me va percorso solo nelle giornate serene per poter apprezzare la bellezza di questa catena e logicamente di inverno con la neve.Dopo 8 km di ininterrotta cresta quando attraversiamo la faggeta siamo in vicinanza del bivio con il sentiero 49 diretto ad Anciolina:dalla cresta a qui abbiamo impiegato 2 ore escluse le soste.
Il sentiero si addentra nella faggeta e poco dopo arriviamo .....punto di arriva della Ferrata e della palestra di roccia.Qui l'affaccio sul Valdarno e' straordinario e su uno sprone vediamo gia il borgo di Anciolina.
Il sentiero inizia a scendere rapidamente fiancheggiando un rimboschimento di abetaia e in breve arriviamo alla base della parete che vista dal basso verso l'alto incute ancor piu' timore mentre da lontano la Croce sembra meno possente.Il sentiero scende tra balzelli di roccia e in breve giunge sulla strada poco sopra il borgo:dal bivio del 49 a qui abbiamo percorso 2,540 km in 40 minuti con un cammino complessivo di 11,54 km percorsi in 3 ore e 24 minuti.
CARTELLONSTICA DELLO 00 LUNGO IL SENTIERO
VERSO IL CASENTINO ROMAGNOLO



FAGGETE
VERSO I PRATI DI LORO
BIVIO PER TRAPPOLA
SIAMO IN PROSSIMITA' DELLA SPADA NELLA ROCCIA...PAUSA PRANZO..LE SALITE SONO UN RICORDO...
BEVONO PER DIMENTICARE
SI RIPARTE
PREPARATIVI
MONTAGNE COME MORBIDO ZUCCHERO FILATO
DOPO LA SPADA E IL BOSCHETTO SIAMO ORMAI AL BIVIO PER ANCIOLINA
BIVIO INDICATO PRIMA SU ALBERO E POI CON CARTELLONISTICA


Il sentiero entra a dx e poi scende a sx e all'interno di un'abetaia in 1 km arriviamo alle prime casine del borgo e passiamo dalla piazza e ci fermiamo alla deliziosa bottega del paese punto di ritrovo delle anime che danno vita al borgo di Anciolina perfettamente mantenuto e posto in posizione solatia.
ECCO L'ARRIVO DELLA FERRATA E LA PALESTRA DI ROCCIA
SI IMMORTALA LA PARETE
SULLA PARETE DI ROCCIA
E SI GUARDA
SI SCENDE
E' IL 23 DICEMBRE MA SI REGISTRANO TEMPERATURE ESTIVE...
LO DICE PURE LA LUISELLA
VERSO IL VALDARNO
SULLO SFONDO L'INIZIO DELLO OO DA PRATI DI LORO.

Nessun commento:

Posta un commento